PREGHIERA ALLA MADONNA DE LA SALETTE IN QUESTI...
PREGHIERA ALLA MADONNA DE LA SALETTE in questi giorni di emergenza Trambileno Maria, madre di Dio e madre nostra, che alla Salette sei apparsa ai due pastori, piangente per i mali dell’umanità, ci rivolgiamo con fiducia a te, che nel corso... Czytaj więcej
Preghiera per l'Anno Vocazionale
Dio, Padre nostro, ti rendiamo grazie per averci chiamati ad accogliere e condividere il dono della vita. Tu, che per mezzo di Gesù, il Cristo, hai scelto i primi discepoli per proclamare la Buona Novella, e che hai effuso il tuo Spirito sulla Chiesa:... Czytaj więcej
Lettera Mensile luglio 2018
Luglio 2018 Carissimi Fratelli! Per la prima volta mi trovo ad inviare le notizie dalla Casa Generalizia ed anche alcune notizie raccolte da tutta la Congregazione a nome del Superiore Generale e del Consiglio Generale. Prima di tutto inizio inviandovi i cordiali... Czytaj więcej
prev
next

Santuari più visitati

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 112

Articoli filtrati per data: Dicembre 2018

Giovedì, 13 Dicembre 2018 16:28

Natale 2018

   

                                                                                                                                          Natale 2018

                                                           “Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Venne fra la sua gente , ma i suoi non l’hanno accolto “ (Gv 1 9 e 11).

 

Carissimi Confratelli,

le celebrazioni natalizie offrono puntualmente ogni anno a me e al CG la piacevole opportunità di entrare nelle vostre comunità per porgere a tutti ed a ognuno gli auguri più belli e fraterni di Buon e Santo Natale come pure di Felice e fruttuoso Anno Nuovo.

 

Desidero estendere questo messaggio augurale in modo particolare ai nostri anziani e malati, a coloro che vivono un momenti di particolare disagio spirituale e comunitario, ai nostri giovani in formazione, come pure ai nostri benefattori, ai Laici Salettini e alle SNDS che condividono con noi le sfide e le preoccupazioni dell’annuncio della buona Novella in tante parti del mondo in particolare al santuario della Santa Montagna.

Auguro, inoltre, che la luce irradiante dalla grotta di Betlemme illumini i cuori e le coscienze di ognuno perché la nostra vita personale e il nostro ministero siano sempre orientati a rendere presenti e visibili nel mondo di oggi la misericordia e il volto amoroso del Padre così come sono stati testimoniati dal Signore Gesù.

Auguro a tutti di riscoprire in questo Natale, la gioia di vivere in comunità con le difficoltà, le sfide ma anche la diversità di ricchezze che essa comporta; di lavorare e pregare insieme come pure di discernere insieme il modo migliore di servire la Chiesa e la Congregazione alla luce del nostro carisma.

Da qualche anno ormai il CG è solito proporre all’attenzione di tutta la Congregazione un tema annuale allo scopo di aiutare e stimolare la riflessione personale e comunitaria su di un argomento ritenuto di particolare importanza per il cammino umano, spirituale, pastorale e carismatico di ogni religioso salettino.

Il tema di quest’anno “Testimoniare la bellezza della diversità” vuole mettere un accento positivo sulle tante diversità ( cultura, lingua, sensibilità ) che costituiscono la ricchezza e la bellezza del nostro vivere insieme in una grande famiglia internazionale ed interculturale come è la nostra Congregazione oggi.

Esso ci preparerà piano piano alla celebrazione dell’anno delle Vocazioni che inizierà il prossimo mese di settembre e successivamente a quella dell’anno mariano.

Il tema, a mò di slogan, vuole sottolineare alcuni aspetti importanti che dovrebbero caratterizzare la nostra vita religiosa, comunitaria e apostolica nel mondo di oggi:

Testimoniare: come religiosi, in virtù della sequela del Signore, casto, povero e obbediente, siamo chiamati a dare ragione della nostra unione profonda con Lui con tutte le nostre forze, la nostra mente e il nostro cuore, ben sapendo che la testimonianza ha un valore indiscusso solo se accompagnata da un serio e radicale impegno di vita personale.

La bellezza: siamo invitati a vedere non solo il positivo, il bello e il buono che è dentro di noi ma anche quello che è presente attorno a noi, nei nostri confratelli, nel ministero pastorale di ogni giorno, nelle persone che incontriamo e nel mondo in cui viviamo. In altre parole siamo sollecitati a guardare le persone e la realtà che ci circonda con l’occhio di Dio ( cfr Gen 1).

Diversità: accogliere le nostre differenze non tanto come una cosa negativa da eliminare o combattere bensì come una opportunità ed una grazia da vivere e da valorizzare al massimo. Affrontare questa sfida con serenità e senza pregiudizi, ci permette di maturare nella fede e nella comunione fraterna come pure di costruire ponti per facilitare l’incontro, l’ascolto e la condivisione allontanando da noi la tentazione di erigere muri o barriere anacronistici capaci solo di dividere e allontanare.

In virtù del nostro carisma, siamo chiamati a contrastare con tutte le nostre forze, con la parola e soprattutto con l’esempio della vita, una certa mentalità radical borghese – fatta di rifiuto, esclusione, rigetto del diverso - che si sta facendo prepotentemente strada nella nostra società, fomentando allarmismi e paure non sempre motivate.

Cogliere la diversità come opportunità e ricchezza, invece, farà di noi certamente dei profeti credibili agli occhi del mondo di oggi ( cfr Dec. 8 CaGen 2018).

Il Consiglio Generale, al fine di portare avanti un cammino condiviso e“ sinodale” in tutta la Congregazione, preparerà delle brevi e semplici schede trimestrali per la riflessione personale e comunitaria che verranno fatte recapitare ad ogni religioso tramite le Segreterie Provinciali e Regionali.

Come già annunciato, a partire dal 1 gennaio 2019 ci saranno dei cambiamenti a livello dell’Amministrazione Generale. P. Belarmino (Angola), attuale e solerte Segretario Generale, lascerà il posto a P. Memé Romuald (Madagascar ), P. Alex , Economo Generale da ormai 11 anni, sarà rimpiazzato da P. André Zontek (Polonia) e l’incarico di Direttore della casa sarà ricoperto da P. Paulo Banga (Angola).

I nuovi confratelli arriveranno a Roma nella prima quindicina di dicembre. A loro l’augurio sincero di un proficuo ministero nella casa generalizia assieme al Consiglio Generale, e alle loro rispettive Province un sentito grazie per avere “liberato” questi confratelli per il servizio alla nostra grande famiglia religiosa.

A coloro che ci lasciano tra qualche mese vada il plauso e la riconoscenza mia personale, del Consiglio Generale e di tutta la Congregazione per il prezioso, disinteressato e fruttuoso lavoro svolto nella precedente amministrazione. Il Signore e la Vergine de La Salette li ricompensino di tutto il bene fatto in favore della casa generalizia e della Congregazione.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

P. Silvano e Consiglio Generale

News from Rome

+ I PP. Jojohn e Nunda   stanno continuando a frequentare con evidente profitto il corso d’italiano in una scuola al centro di Roma. Da qualche tempo hanno iniziato anche a presiedere la celebrazione eucaristica della comunità, rigorosamente in lingua italiana. A loro va il plauso e il sostegno fraterno di tutta la comunità della casa generalizia per gli sforzi di inculturazione messi a segno fino a questo momento.

+ Nella seconda parte del mese di novembre sono stati nostri graditi ospiti tre Laici Salettini brasiliani, collaboratori stretti di P. Isidro Perin, parroco e Rettore del santuario salettino di Curitiba.

+ P. Antoni Skalba, rettore del santuario de La Salette (Francia) e i PP. Michael, Gomes e Albert membri della comunità internazionale hanno trascorso con noi alcuni giorni di riposo e di vacanza. Mentre il P. Antoni era impegnato nell’incontro internazionale dei rettori dei santuari, gli altri confratelli hanno vestito l’abito dei turisti e dei pellegrini, visitando i luoghi storici e cristiani della capitale italiana.

+ Il 29 novembre è stata una data storica per P. Jojohn. Trascorsi tre mesi dall’inoltro dei documenti per regolarizzare la sua presenza in Italia finalmente è venuto in possesso della “carta di soggiorno” che gli permetterà di circolare liberamente in Europa e nel mondo a servizio della Congregazione.

+ Il 4 dicembre P. Silvano si è recato in Francia per partecipare alla riunione del Bureau dell’APS che ha avuto luogo a Gières, casa generalizia delle SNDS. Sono stati affrontati alcuni problemi concernenti l’organizzazione dei servizi di accoglienza e di pastorale al santuario de La Salette.

+ Il 7 dicembre P. Jacek è volato a Busk (Ucraina) per ricevere i Voti Perpetui di fr. Ivan Diakiv, primo missionario salettino del paese.

+ il 9 dicembre i PP. Silvano e Jojohn sono partiti alla volta di Rutete (Tanzania) per una visita fraterna alla comunità missionaria salettina che quest’anno ha celebrato il secondo anno di presenza nel paese e nella diocesi di Bukoba. Rientreranno a Roma all’alba del 23 prossimo.

Pubblicato in INFO (IT)
Sign in with Google+ Subscribe on YouTube Subscribe to RSS Upload to Flickr

Servizio Informazione Religiosa

 

Login >>> ELENCHUS

Vai all'inizio della pagina