×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 112

Lettera del Consiglio Generale, Maggio 2016

Roma,10 maggio 2016

A tutti i Provinciali e  confratelli della Congregazione.

E’ sempre una gioia per noi del Consiglio Generale, raggiungervi ogni mese, con alcune informazioni circa la nostra vita e le  nostre attività.

Il mese di aprile è stato “qui e là”, cioè, abbiamo trascorso la prima parte del mese a La Salette-Francia, coinvolti nelle ultime settimane della  PPP e, l'altra parte del mese a Roma, cercando di preparare bene gli eventi e le attività future. Il mese di aprile ha segnato anche il quarto anno del nostro mandato: P. Silvano ha celebrato questa data il 24 aprile e gli altri membri del Consiglio Generale hanno ringraziato Dio per questi quattro anni di servizio, il 27 aprile.

Essere a La Salette e condividere alcuni giorni con P. Joseph Bachand nella sua nuova missione come superiore della comunità internazionale del Santuario, è stato una vera grazia. Lui è pieno di vita e sta scoprendo poco a poco tutto ciò che a che fare  con la  nuova  responsabilità che ha assunto in nome del Consiglio Generale.

Ma il mese di aprile 2016 sicuramente sarà ricordato nella nostra storia per la Decisione 24/2016. Questa importante decisione riguarda l'apertura della nuova missione della Congregazione nella Diocesi di Bukoba, (Tanzania). Il testo di questa decisione dovrebbe essere già conosciuto da tutti. Era desiderio del Padre Generale, e così abbiamo fatto, che questa decisione fosse presa proprio al Santuario di La Salette (Francia), al fine di mettere le nostre attività in questo nuovo paese dell’Africa sotto la protezione diretta della Bella Signora, di Massimino e di Melania. Nella Casa Generalizia, e mi auguro avvenga in tutte le nostre comunità, stiamo già pregando per questa nuova realtà missionaria.

Il tempo a La Salette (vi siamo stati per un mese), non è stato dei migliori: freddo, neve, nebbia. Tuttavia lo stato d'animo dei giovani della PPP è stato sempre positivo e caratterizzato da grande fraternità. Abbiamo la PPP nella certezza di essere una comunità internazionale, "multiculturale e che osa andare oltre i confini di ogni Provincia" (Capitolo Generale 2012). 26 sono stati i giovani che hanno fatto questo mese di formazione sulla Montagna di La Salette. Alla fine, più precisamente il 17 aprile, 10 di loro hanno fatto la Professione Perpetua, proprio nel Santuario. Dopo la PPP, i giovani di Angola, India, Filippine e Madagascar ci hanno dato la gioia di vivere alcuni giorni con noi a Roma permettendo loro così di conoscere in modo più approfondito e anche meglio di noi che ci viviamo, la "Città eterna”.

Una bella notizi è arrivata alla fine di aprile (24): Le Suore di Nostra Signora di La Salette, riunite in Capitolo Generale nella cittadina di Quézac (Francia), hanno eletto il nuovo Consiglio generale: S. Elisabeth (Francia): Superiora; S. Estelle (Francia): assistente; S. Sonia (Filippine): consigliera; S. Maria da Gloria (Angola): consigliera; S. Jeanne Odette (Madagascar): consigliera.

Quando siamo ritornati a Roma, il tempo ci è parso troppo breve per preparare tutte le attività previste nei prossimi mesi, infatti:

E così sono passati i giorni nella Casa Generalizia. Alla fine del mese, abbiamo avuto la gioia di ricevere nella nostra Casa Generalizia il vescovo di Grenoble, Guy de Kerimel che ha condiviso con noi la cena. Essendo a Roma per alcune attività pastorali, ci ha dato la gioia di essere con noi per qualche ora e ci ha comunicato la bella notizia che la Conferenza dei Vescovi di Francia da deciso che il 19 settembre sarà memoria liturgica facoltativa in Francia dopo che la proposta, avanzata dalla Conferenza Episcopale Francese, è stata accolta dalla Congregazione per il Culto Divino il 18 marzo 2016, con decreto a firma del suo Prefetto, Roberto Cardinale Sarah.

A tutti vogliamo augurare un maggio felice e allegro, con grande dedizione nel ministero e nella preghiera. A P. Efren Musngi che è in vacanza nelle Filippine, non ci resta altra cosa da dire  se non di approfittare  bene di questi giorni senza però dimenticare di prendersi cura della propria salute.

Un abbraccio a tutti,

P. Adilson, ms

Vai all'inizio della pagina